Wall Street è un film del 1987 diretto da Oliver Stone e prodotto negli Stati Uniti dalla 20th Century Fox.

Nel settembre 2010 è uscito il seguito, Wall Street – Il denaro non dorme mai, nel quale Michael Douglas veste nuovamente i panni di Gekko. Il film è uno spaccato del mondo della finanza negli anni ottanta, intriso di arrivismo, avidità e immoralità: il personaggio incarnato abilmente da Michael Douglas, basato sulla figura del multimiliardario Ivan Boesky[1], rappresenta l’archetipo del rampantismo degli anni ottanta, che idolatra il libero mercato e ne sfrutta le più evidenti incongruenze. Si tratta del tipico uomo fatto da sé che si è fatto largo in modo duro e spietato, il tipico squalo dell’alta finanza che vuol essere il migliore e decanta Sun-Tzu, autore del famoso trattato L’arte della guerra, come vademecum nella vita e negli affari. Il monologo sull’avidità pronunciato dallo stesso Gekko nel corso della pellicola esprime al meglio i connotati del personaggio e di una certa America, quella reganiana, che Stone mette impietosamente in mostra.

(fonte:wikipedia)